SERVIZI

Questa pagina presenta in modo esaustivo tutti i servizi erogati dal mio Studio

TRAINING AUTOGENO

La Psicoterapia Autogena nasce agli inizi del 1900 grazie al lavoro e alla ricerca del neurologo e psichiatra IOANNES HEINRECH SCHULTZ (Gottingen 1884 – Berlino 1970).

H. Schultz studia a Losanna, Gottingen e Breslavia; nel 1905 lavora nella clinica medica dell'Università di Breslavia dove insieme a Richard Stern inizia ad interessarsi all'ipnosi. Partecipa inizialmente al movimento psicanalitico, conosce Freud, si sottopone per tre anni ad analisi.

Shultz inizia a studiare un modello teorico che consentisse un approccio all'uomo integrale superando i piani strettamente fisiologici, organici, psicologici e spirituali per creare una visione d'insieme. Per comprendere il funzionamento umano l'autore parte da dati estrapolati dalla biologia, dalla medicina e dalla psicologia giungendo a considerare l'uomo come un inscindibile unità psicosomatica. E dopo circa un decennio di ricerche, nel 1932, mette a punto una nuova tecnica di autodistensione psichica e somatica che ha il fine di ristabilire equilibri funzionali alterati, (decondizionare) sbloccare le situazioni patologiche e trasferire dinamismi positivi negli stati più profondi della personalità. Nasce così il TRAINING AUTOGENO (d'ora in poi TA). Si tratta di un metodo di autodistensione e di rilassamento finalizzato al recupero energetico, permette di combattere ansia, insonnia, stress. Un allenamento regolare al TA è inoltre indicato per curare numerose patologie psicosomatiche, superare blocchi e difficoltà psicologiche, eliminare abitudini nocive (mangiarsi le unghie, digrignare i denti, mettere in atto tic nervosi, ecc...) e dipendenze (fumo, alcol, cibo, ecc..).

Il TA è uno strumento utile alle persone sane nella vita di tutti i giorni per riscoprire e migliorare la propria capacità di essere individui armonici e sereni.

Il TA aiuta la persona ad entrare in uno stato di attenzione passiva, la invita a sospendere ogni attività volitiva, a mettere tra parentesi il mondo esterno per vivere appieno la propria corporeità. Mettere da parte il giudizio, la volontà, i pensieri e tutto quello che sta fuori di noi per ascoltare le sensazioni del nostro corpo in modo da prendere contatto con esso.

Facendo questo l'Autore notò che si realizzano in modo spontaneo delle modificazioni del tono muscolare, della funzionalità vascolare, dell'attività cardiaca e polmonare, dell'equilibrio neurovegetativo ed emergono delle sensazioni che non saranno solo fisiche ma anche psichiche. Si crea un dialogo che si esprime su due livelli (psichico e corporeo) che accompagnerà la persona nella vita di tutti i giorni. Lasciare che questo accada avendo fiducia nella saggezza del nostro corpo e della nostra psiche, nell'unità mente-corpo. Come si intuisce, con questo metodo non si tratta di lavorare su una parte o sull'altra ma di avere ben presente l'aspetto della complessità umana in quanto l'uomo fin dalla sua nascita si esprime attraverso il corpo, le emozioni e le parole. Nella Terapia Autogena non si intende il corpo solo come corpo anatomico, in senso strettamente fisiologico ma ci si riferisce ad un corpo mondanizzato abitato e vissuto, come veicolo per entrare in contatto con altri corpi e con ciò che sta fuori di noi, per comunicare, per mettersi in relazione. Quindi scoprire il proprio corpo con la sua dimensione di oggetto e soggetto al medesimo tempo.

Il TA fa riferimento al concetto dell'individuo in cui le componenti fisico-biologiche e psichiche sono interdipendenti, tale teoria si basa sulla considerazione che un cambiamento a livello fisico comporta delle modificazioni a livello psicologico così come uno stato di tensione emotiva può presentarsi con sintomi di tipo prevalentemente fisico. Gli interventi sono dunque rivolti all'individuo nella sua totalità ed interezza, all'unità mente-corpo.

Training significa allenamento e Autogeno che si genera da sé, quindi il TA è un allenamento, cioè un apprendimento graduale di una serie di esercizi di concentrazione passiva, particolarmente studiati e concatenati allo scopo di portare progressivamente e naturalmente l'individuo a realizzare delle modificazioni sia del corpo che della psiche; queste modificazioni sono spontanee ossia si generano da sé cioè sono Autogene. Quindi allenarsi ad una serie di esercizi che portano delle modificazioni spontanee che creano un cambiamento e vanno a riequilibrare il sistema perché, come diceva Schultz, il codice dell'equilibrio e della giusta misura è già scritto in ognuno di noi occorre solo dare al corpo il tempo e la possibilità per potersi risanare.

Vivendo in un'epoca caratterizzata da fatica, stress e tensioni sembra impossibile concedere qualche pausa di rilassamento al nostro corpo e alla nostra mente.

Il TA ci consente di raggiungere il totale rilassamento fisico e psichico, aiutandoci a ritrovare l'autostima. È un'isola nella quale ci si può rifugiare quando si ha la necessità di staccare la spina, di riprendere contatto con se stessi, di liberarsi dallo stress. Chi pratica con costanza il TA diventa infatti meno sensibile agli stimoli stressanti, quelli che a lungo andare provocano vari disturbi a volte anche molto limitanti, dalle contratture muscolari, alla tachicardia alle varie forme di patologie organiche.

Il TA aiuta a potenziare le proprie prestazioni sia fisiche che mentali, nel lavoro, nello studio, nello sport e nei rapporti interpersonali.

Numerosi studi dimostrano che il TA nello sport aiuta il superamento della paura che precede la competizione, nell'ambito lavorativo diminuisce l'aggressività, aumenta la concentrazione, controlla l'ansia in situazioni emotivamente impegnative.

L'impiego del TA spazia in vari campi dalle prestazioni sportive a quelle scolastiche e lavorative, dalle problematiche fisiche a quelle psicologiche alla profilassi pre-parto, ottenendo ottimi risultati in maniera efficace ed efficiente. Questo le è valso il riconoscimento, a livello mondiale, come una delle poche tecniche psicologiche realmente efficaci ed è citata nei vari libri e trattati sia di psicologia che di medicina.